Domenico Salvatore

Professore di Organizzazione Aziendale presso l'Università degli Studi Suor Orsola Benincasa

Corso gratuito e online “Green Jobs 2022: gestione dei rifiuti tra legge e tecnica”

Il Consorzio Nazionale Imballaggi (CONAI), il Consorzio Promos Ricerche – cui aderiscono l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, l’Università degli Studi di Salerno, l’Università degli Studi di Napoli “L’Orientale” e l’Università degli Studi del Sannio, oltre al CNR e al CEINGE – e la Scuola di Governo del Territorio propongono il Corso  “Green Jobs 2022: gestione dei rifiuti tra legge e tecnica”

Attraverso questo percorso formativo i Promotori intendono contribuire allo sviluppo di competenze e opportunità professionali in materia ambientale, con particolare riferimento agli aspetti tecnologici, scientifici ed economici della gestione, trattamento, recupero e riciclo dei rifiuti, quali in particolare gli imballaggi, al fine di favorire l’inserimento professionale di giovani laureati nei settori della green economy. Maggiori informazioni al sito https://www.promosricerche.org/formazione/dettaglievento/348/-/corso-di-alta-formazione-green-jobs-2022-gestione-dei-rifiuti-fra-legge-e-tecnica

132 Parole

Rendicontazione sociale nel non profit e Riforma del Terzo Settore

Rendicontazione sociale nel non profit e Riforma del Terzo Settore

Continua il ciclo di webinar promossi dal GBS – Associazione nazionale per la ricerca scientifica sul Bilancio Sociale, dal CNDCEC – Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e da Assirevi per approfondire i focus tematici sviluppati nel Documento di ricerca n. 17 “Rendicontazione sociale nel non profit e Riforma del Terzo Settore”.

 Il nuovo appuntamento saràlunedì 13 dicembre 2021, dalle ore 17.00 alle ore 18.30, sulla piattaforma Microsoft Teams e approfondirà il tema del ruolo delle istituzioni pubbliche nella promozione dell’azione e nell’accountability del Terzo Settore.

Dopo i saluti del Prof. Vittorio Amato – Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, Università degli Studi di Napoli Federico II, l’incontro sarà introdotto dal Prof. Paolo Ricci – Professore Ordinario di Economia Aziendale, Università degli Studi di Napoli Federico II.

Interverranno l’Avv. Matteo Biffoni – Sindaco di Prato e Presidente di ANCI Toscana, la Dott.ssa Beatrice Zeuli – Dirigente UOD Terzo settore, Ufficio Regionale Runts e Servizio Civile e il Prof. Francesco Dandolo – Direttore Comunità di Sant’Egidio.

L’incontro sarà moderato dalla Dott.ssa Cristiana Rogate – Vice Presidente del Comitato Scientifico del GBS – che ha coordinato con il Prof. Lorenzo Sacconi il Documento di ricerca n. 17.

Clicca qui per partecipare al webinar.

234 Parole

[WEBINAR] La misurazione del social impact e del suo ruolo nel processo di rendicontazione e comunicazione agli stakeholder

Il webinar promosso dal GBS – Associazione nazionale per la ricerca scientifica sul Bilancio Sociale, dal CNDCEC – Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili e da Assirevi per approfondire i focus tematici sviluppati nel Documento di ricerca n. 17 “Rendicontazione sociale nel non profit e Riforma del Terzo Settore.

Il nuovo appuntamento sarà giovedì 15 luglio 2021, dalle ore 17.00 alle ore 18.30, sulla piattaforma Microsoft Teams. L’incontro approfondirà il tema della misurazione del social impact e del suo ruolo nel processo di rendicontazione e comunicazione agli stakeholder.

Dopo i saluti del Pro-Rettore dell’Università del Sannio Prof. Giuseppe Marotta e del Direttore del DEMM  Unisannio Prof. Massimo Squillante, introducono il tema il Prof. Paolo Esposito, Associato di Economia Aziendale – Università degli Studi del Sannio; il Prof. Carlo Vermiglio, Associato di Economia Aziendale – Università degli Studi di Messina. L’argomento verrà approfondito grazie alle testimonianze del Dott. Marco Ratti, Direzione Impact (Ufficio Impact Design & Evaluation Intesa San Paolo); Dott. Luigi Amodio, Direttore Science Center – Fondazione IDIS, Città della Scienza; Dott. Annibale Mancinelli, Responsabile dell’Area Amministrazione della Cooperativa La Guardiense.

L’incontro sarà moderato dalla Dott.ssa Cristiana Rogate – Vice Presidente del Comitato Scientifico del GBS – che ha coordinato con il Prof. Lorenzo Sacconi il Documento di ricerca n. 17.

Clicca qui https://teams.microsoft.com/l/meetup-join/19%3ameeting_ZDY5MjExZWEtNzM0MS00ODY4LTg1ZWEtMDFhZDA3YzAwODhm%40thread.v2/0?context=%7b%22Tid%22%3a%2260f37f32-aa63-445e-9cd9-8eea62ca6171%22%2c%22Oid%22%3a%2255f75200-2551-4b99-b660-6c44be2a08b7%22%7dqui per partecipare al webinar.

263 Parole

IL SEGRETO DELL’INNOVAZIONE SOCIALE

DI ELIO BORGONOVI – Si spende molto tempo per fare indagini sui fattori che guidano l’innovazione scientifica, tecnologica, economica, di prodotti, di processi, di mercati. Sono utili anche le ricerche sull’innovazione sociale che si sono moltiplicate negli ultimi 10-15 anni, ma credo il segreto sia abbastanza semplice: anticipare la saggezza di cui parla Anthony de Mello che ha scritto “Quando ero giovane ero un rivoluzionario e tutte le mie preghiere a Dio erano: ”Signore, dammi la forza di cambiare il mondo”. Quand’ero ormai vicino alla mezza età, e mi resi conto che metà della mia vita era passata senza che avessi cambiato una sola persona, cambiai la mia preghiera in: “Signore dammi la grazia di cambiare tutti quelli che sono in contatto con me, anche solo la mia famiglia e i miei amici, e sarò contento”. Ora che sono vecchio e i miei giorni sono contati, comincio a capire quanto sono stato sciocco, la mia sola preghiera ora è: “Signore, fammi la grazia di cambiare me stesso”. Se avessi pregato per questo fin dall’inizio non avrei sprecato la mia vita.
Infatti, sono sicuro che questa grande ricchezza nasca da persone, o da gruppi di persone che, guardandosi dentro, a un certo punto della loro vita, hanno capito che dovevano e volevano fare qualcosa anche per gli altri. Volevano crescere occupandosi di bisogni che non erano considerati, o erano considerati in modo insoddisfacente, dal mercato o dall’intervento pubblico. Persone che volevano crescere insieme e non in competizione con altri. Persone che con la loro esperienza hanno scoperto che il detto popolare, secondo cui chi fa da sé fa per tre, vale solo quando fare da sé significa impegnarsi direttamente, senza aspettare che cambino le leggi o cambino gli altri. Persone che hanno dato la vita a realtà dinamiche e sono cresciute nel tempo applicando la saggezza di un proverbio africano che recita: “se vuoi andare veloce vai dal solo, se vuol andare lontano vai con altri”.
Mi piacerebbe avere dai lettori conferma di questa mia intuizione senza dover fare ricerche sofisticate.
Scrivete a info@netris.it raccontando le vostre storie per condividere i momenti in cui vi siete guardati dentro, decidendo di essere innovatori sociali.

368 Parole

QUANDO L’INNOVAZIONE È NELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE

di ELIO BORGONOVI – Da decenni, qualcuno dice addirittura dell’unità di Italia (1861), si parla di riforme delle amministrazioni pubbliche. Ci si confronta sul fatto che le riforme consistano nella semplificazione, nella valutazione dei risultati, nell’applicazione di nuove tecnologie, nelle leggi anticorruzione e l’elenco potrebbe essere ancora molto più lungo. Si dimenticano, però, due aspetti che a mio parere sono molto importanti. Innanzitutto, il fatto che esistono anche nelle amministrazioni pubbliche tante persone che hanno già fatto, e ogni giorno fanno, le riforme perché si impegnano per risolvere i problemi dei cittadini. Sono persone che non vengono riconosciute, che spesso non fanno carriera, che a volte rischiano in prima persona. Sono persone che in modo troppo sbrigativo sono messe nel “grande calderone della amministrazione nemica” dei cittadini, delle imprese, della società civile, senza distinguerle dai burocrati insensibili, fannulloni, corrotti o collusi. Il secondo aspetto riguarda le caratteristiche dei “servitori fedeli dello Stato”. Sono quelli che interpretano le leggi secondo il principio per cui “tutto ciò che non è esplicitamente vietato è consentito” se serve a erogare un servizio e a dare risposte a bisogni di famiglie in difficoltà, di pazienti, di chi richiede certificati, e così via. Si comportano in modo esattamente contrario rispetto a coloro che, per non correre rischi e non assumersi responsabilità, ritengono che “tutto ciò che non è esplicitamente previsto da leggi/decreti/regolamenti/procedure è vietato, è pericoloso, è meglio farlo fare ad altri o non farlo per nulla”. La vera riforma sarebbe quella di dare voce e forza agli “innovatori” nelle amministrazioni pubbliche stabilendo con essi una alleanza per rendere la società più equa e giusta, oltre che più ricca e benestante.

274 Parole

LA RIFORMA “SOSPESA” DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE (ETS) TRA PROROGHE E REINVI

DI PAOLO ESPOSITO – Il Decreto Sostegni approvato lo scorso 19 marzo, ha nuovamente prorogato i termini per gli adeguamenti statutari degli Enti del Terzo Settore (ETS) che saranno poi tenuti ad iscriversi nel Registro Unico Nazionale degli Enti del Terzo Settore (ETS), ancora non operativo a quasi quattro anni di distanza dalla sua previsione istitutiva (D. Lgs. 117/2017), generando maggiore confusione ed incertezze nella gestione amministrativa degli enti.
La proroga al 31 maggio 2021 (termine entro il quale gli ETS potranno adeguare e modificare i propri statuti), potrà avvenire secondo le modalità e le maggioranze previste per le deliberazioni dell’assemblea ordinaria. La proroga della scadenza per le modifiche statutarie, potrebbe peraltro determinare anche un reinvio operativo, per la data di avvio del RUNTS.
Per le Onlus é prevista la facoltà e non l’obbligo di iscriversi al RUNTS (entro il termine del 31 maggio), usufruendo dei quorum semplificati dell’assemblea ordinaria fino al 31/05/2021. L’assemblea potrà essere svolta in videoconferenza in virtù del decreto Cura Italia.
Anche le cooperative sociali, in quanto “imprese sociali” di diritto, ed enti del terzo settore saranno tenute all’iscrizione nel RUNTS (articolo 4 comma 1 D.LGS. 117/2017).
Scrivete a paolo.esposito@unisannio.it

192 Parole